Posts per categoria

Recensioni

Le migliori Recensioni di Classic Rock Italia

I New Disorder nascono a Roma nell’aprile del 2009. Da subito, propongono brani originali che ben riassumono i diversi background musicali dei componenti: dall’Alternative Rock, al Metal, fino a toccare
Leggi tutto

I Nameless sono una giovanissima band ferrarese nata nell’agosto del 2015. A comporre il gruppo, Giulia Guerra (voce), Filippo Lombardi (chitarra), Pietro Boarini (chitarra), Manuel Grossi (basso) e Simone Sacchetti (batteria). A
Leggi tutto

LAMAREA, la band più votata nel nostro Contest Online! Lamarea sono un gruppo versiliese di cinque ragazzi: Alessandro Domenici (Voce), Filippo Rocchi (Basso), Lorenzo Mastromei (Chitarra), Lorenzo Benassi (Chitarra) e Matteo
Leggi tutto

I Nasby & Crosh sono un quartetto folk decisamente pop-oriented, hanno base a Milano e la loro proposta musicale spazia tra brani originali e cover riarrangiate in uno stile che tende il
Leggi tutto

I Pixel sono un gruppo italiano di giovanissimi, formatosi nella provincia di La Spezia sul finire del 2013 dagli allora diciassettenni Andrea Briselli (voce e chitarra) ed Alex Ferri (chitarra e tastiera),
Leggi tutto

Gli Anomala Vitis si formano nell’estate del 2007, grazie all’incontro di Cristiano-Jimmy-Dominici e Matteo Olimpieri rispettivamente voce/chitarra ritmica e chitarra solista. La band nasce tra Lubriano e Bagnoregio, paesi della provincia di Viterbo,
Leggi tutto

I Mad Vintage nascono a Bovalino, in provincia di Reggio Calabria nel 2009 da un idea del chitarrista Stefano Locri ed il Bassista Vincenzo Middonti; dopo aver macinato molti chilometri e concerti
Leggi tutto

Ieri sera, il 10 gennaio, è partito il tour europeo dei Green Day, a promozione del loro dodicesimo album Revolution Radio. Un viaggio on the road partito dall’Italia, un paese
Leggi tutto

Nonostante molti dei 60.000, o giù di lì, presenti in un sabato di Luglio nella cornice di uno dei posti più belli al mondo, l’abbiano già visto decine di volte,
Leggi tutto

Non è la prima volta e non sarà l’ultima. Si va ad un concerto per vedere l’idolo e, nel migliore dei casi, sopportare il gruppo di supporto. Si paga il
Leggi tutto