Home»Recensioni»La Hell Gang – Recensione – Thru Me Again

La Hell Gang – Recensione – Thru Me Again

0
Condivisioni
Pinterest Google+

La Hell Gang Thru Me Again
Artista: La Hell Gang
Titolo: Thru Me Again
Etichetta: MEXICAN SUMMER
Autore: Lorenzo Becciani

 

Una dolce agonia
Nato dalle ceneri dei Cindy Sisters, questo trio cileno ha sviluppato negli anni un amore morboso per la psichedelia, che il leader Francisco Cabala ha cercato di infondere a modo suo anche nei Chicos de Nazca. Questo li ha resi una sorta di culto per gli appassionati del genere. È sufficiente ascoltare Sweet Dear per ritrovarsi nel deserto, fra temperature insopportabili, allucinazioni in technicolor e la sensazione che la morte possa sopraggiungere da un momento all’altro.
Rispetto al debut album JUST WHAT IS REAL, qui la band si è mossa alla ricerca di un linguaggio proprio, di un sound più personale possibile, nell’ottica di allargare la fanbase, ma per ottenerlo non ha tradito i Sixties, al punto di affidarsi a un’incisione analogica su otto piste. Il risultato? Come girare sul piatto dei dischi graffiati dei 13th Floor Elevators e degli Iron Butterfly, contemporaneamente!
7/10

Commenta Via Facebook

Voto dell'autore

7.0
1 Votazioni degli utenti
Post Precedente

TODD RUNDGREN parla di TECNOLOGIA

Post Successivo

Blackberry Smoke - Recensione - Leave A Scar Live In North Carolina

Nessun commento presente

Pubblica una risposta o un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *