Home»News»Paul Stanley ha definito Marilyn Manson “Patetico”

Paul Stanley ha definito Marilyn Manson “Patetico”


59
Condivisioni
Pinterest Google+

Paul Stanley dei KISS ha accusato Marilyn Manson di essere “patetico” per aver utilizzato la morte di Charles Manson per farsi pubblicità

Nelle scorse ore, Marilyn Manson ha commentato la morte Charles Manson twittando il link della sua cover di “Sick City“. Il criminale statunitense, è morto in ospedale domenica 19 dicembre all’età di 83 anni. Marilyn Manson ha più volte spiegato la scelta del suo nome d’arte: da una parte Marilyn Monroe, dall’altra, Charles Manson, (uno dei più famosi assassini del ventesimo secolo) per incarnare “l’equilibrio fra il bene e il male“.

In risposta al tweet di Manson, Paul Stanley ha commentato: “E’ patetico quando qualcuno, la cui carriera non è mai realmente decollata a sufficienza, cerca in maniera disperata di farsi della pubblicità utilizzando la notizia della morte di un cane assassino.

 

 

 

Commenta Via Facebook