Home»Articoli»Pilota, spadaccino, scrittore e frontman: Bruce Dickinson

Pilota, spadaccino, scrittore e frontman: Bruce Dickinson


95
Condivisioni
Pinterest Google+

Pilota, spadaccino, sopravvissuto al cancro, scrittore… Come racconta nella sua nuovissima autobiografia, Bruce Dickinson non è solamente il frontman di uno  dei più grandi gruppi heavy metal al mondo.

Bruce Dickinson ci tiene a sottolineare il fatto che per scrivere la sua autobiografia, What Does This Button Do? [in uscita adesso in Inghilterra, ndr], non è stato “aiutato” da nessuno. “La gente mi chiede: ‘Chi è stato il tuo ghost writer?’, e io: ‘Veramente ho scritto tutto io’”, puntualizza con orgoglio.

Ho messo su carta 180.000 parole tutte a mano, una dopo l’altra, come si faceva ai vecchi tempi”. Scrivere un libro tutto a mano è una cosa molto alla Bruce Dickinson. Il cantante degli Iron Maiden è il tipo di persona che mette le mani su tutto quel che si trova davanti. Pilotare un aereo di linea, tirare di scherma, fare da frontman per uno dei gruppi di maggior successo degli ultimi 40 anni. Cose così… L’unica eccezione è il nuoto.Affondare mi viene naturale”, dice.

What Does This Button Do? è una rilettura affascinante e molto divertente della sua vita. Partendo dai tempi in cui cresceva nella città mineraria di Worksop nel Nottinghamshire (dove visse con i nonni fino all’età di sei anni) fino alla sua carriera musicale, che tra alti e bassi dura da 40 anni, il libro tratteggia un ritratto sincero di una vita vissuta senza risparmio. Oggi, Dickinson è di un umore abbastanza volubile e divaga parlando di tutto, dal periodo orribile passato nel sistema scolastico britannico fino alla sua vittoriosa lotta col cancro. “Scrivere un libro ti costringe a guardarti dentro, a ripensare a ciò che hai fatto”, dice.

 

Leggi l’articolo completo nel nuovo numero #60 di Classic Rock Italia! In edicola dal 27 ottobre.

Commenta Via Facebook