Home»News»Perché la musica fa venire la pelle d’oca?

Perché la musica fa venire la pelle d’oca?


90
Condivisioni
Pinterest Google+

A volte la musica ci fa venire la pelle d’oca, ma da dove vengono quelle emozioni?

Ti è mai venuta la pelle d’oca ascoltando il tuo brano preferito? Hai presente quei brividi che risalgono la schiena e fanno rizzare i peli sulle braccia quando passa un brano dei Led Zeppelin? Ecco, se la risposta è sì, il tuo cervello potrebbe essere più sensibile agli stimoli musicali rispetto a quello degli altri.

La risposta è arrivata qualche tempo fa dalla Social Cognitive and Affective Neuroscience, che ha dato una spiegazione delle nostre reazioni fisiche alla musica, tipo: perché dovrebbe venirmi la pelle d’oca ascoltando un brano che non ho mai sentito prima d’ora? 

La ricerca degli studenti di Harvard ha mostrato come pelle d’oca e musica siano strettamente connesse a causa di un volume maggiore di fibre che collegano la corteccia uditiva alle aree addette all’elaborazione delle emozioni. Cosa significa? Che queste due aree del corpo comunicano in modo più intenso. L’università ha selezionato circa 20 studenti universitari e fatto loro ascoltare una serie di brani preferiti, monitorando tutte le fasi d’ascolto per poter individuare eventuali alterazioni. Le alterazioni, ci sono state, eccome! Grazie alla risonanza magnetica, è stato possibile vedere come diverse aree del cervello, sede delle emozioni, si fossero accese! La musica quindi, è in grado di farci venire i brividi non solo a causa del legame affettivo con una canzone, ma anche dal fatto che il nostro cervello funziona diversamente e quindi, in poche parole, siamo portati a percepire le emozioni in modo più intenso. Sarà per questo che fra musicisti, ci si intende?

 

Commenta Via Facebook