Home»News»Sogni infranti per Ritchie Blackmore: no alla reunion coi DEEP PURPLE

Sogni infranti per Ritchie Blackmore: no alla reunion coi DEEP PURPLE


115
Condivisioni
Pinterest Google+

I Deep Purple rispondono “NO” alla chiamata di Ritchie Blackmore: la reunion non si farà

I Deep Purple hanno demolito l’idea di Ritchie Blackmore di una reunion. Il chitarrista nonché co-fondatore della band, ha recentemente dichiarato che avrebbe accettato l’idea di mettere in scena un epocale rimpatrio con gli ex-colleghi. Nonostante questo, aveva aggiunto (continuando a sperare): “Non credo che i Deep Purple sarebbero interessati!“.

Foto via: teamrock.com

Blackmore aveva ragione: Ian Gillan, Roger Glover e Ian Paice hanno confermato i timori dell’ex collega durante uno degli ultimi show. Gillan ha detto: “Ricordo i giorni con Ritchie, ma non credo che adesso suoni alla grande. Ed è questa la ragione per cui no, non credo che funzionerebbe.” In un’intervista rilasciata qualche tempo fa con Rolling Stones, proprio inerente il rapporto con l’ex collega, Gillan dichiarò: “Sto dicendo quello che sto per dire non per attaccare o offendere Ritchie. Le cose che leggerà probabilmente le conosce anche lui e voglio ribadire che parlo senza rancore. Io ero stronzo almeno quanto Ritchie solo che lui ha portato avanti questa situazione ancora più a lungo. Se fosse rimasto nella band probabilmente nel giro di poco tempo si sarebbe tutto risolto. Ma dal momento che ha deciso di andarsene, noi abbiamo dovuto ripendere il progetto. Abbiamo avuto Joe Satriani per un anno, poi abbiamo intrapreso il percorso con Steve Morse. Nel corso di un paio di anni abbiamo ricominciato i nostri tour ed è stato fantastico”.

La reunion fra Blackmore e i Deep Purple è davvero impossibile: “Vogliamo essere sul palco fra amici”

Glover ha dichiarato: “Non credo che approvi i remix e le versioni rimasterizzate che ho fatto dei nostri album più vecchi. E comunque, è quel che ho sentito dire. Non abbiamo parlato in ‘ventidue anni’, e sarei felice di parlare con lui, ma dubito fortemente che una reunion possa accadere.

Paice, infine, ha tagliato corto dicendo che non volere aver a che fare con Blackmore: “Non voglio che interferisca coi piani attuali della band.” ha detto seccato. “Mi piace andare sul palco ogni sera, sapendo di avere al mio fianco quattro amici. Non è sempre stato così, e non vorrei tornare a quel punto. Ritchie è un uomo impulsivo, per lui c’è solo il bianco o il nero, non ci sono zone grigie, ‘voglio’ o ‘non voglio’, ‘mi piace’ o ‘non mi piace’. Lui è fatto così, ma non è sempre facile per gli altri membri della band che potrebbero soffrirne.

Insomma, i tre membri della band sembrano determinati a rifiutare ogni possibilità di riconciliazione con l’ex chitarrista, e dicono di volersi soltanto divertire, in tutta serenità e armonia, senza il timore di ritrovarsi sulla via della discordia di qualche decennio fa. Nonostante ciò, all’inizio del mese Morse ha parlato proprio della proposta di Blackmore, dicendo: “Ai fan potrebbe piacere. Sarebbe bello, credo, vedere uno show finale con tutti coloro che sono stati coinvolti nella band, mettendo da parte tutti le emozioni negative.” Decisamente più diplomatico.

 

 

 

Commenta Via Facebook