Home»Articoli»Il primo incontro fra John Lennon e Paul McCartney

Il primo incontro fra John Lennon e Paul McCartney


251
Condivisioni
Pinterest Google+

John, ti presento Paul

Era un pomeriggio di luglio del 1957. Nei sobborghi di Liverpool, a Woolton, la parrocchia di St. Peter’s Church raccoglie fondi invitando giovani band locali ad esibirsi e, per l’occasione, si esibiscono anche i Quarrymen. A capo della band, un giovane ragazzo un po’ alticcio, di nome John Lennon. Insieme a lui, c’è Ivan Vaughen, il bassista della band che decide di portarsi dietro un amico di scuola, il quindicenne Paul McCartney.

Così si conobbero quelle che sarebbero state le colonne portanti dei Fab Four. Inutile dire che fra i due fu amore a prima vista. Paul era un ragazzino, ma già imbracciava la chitarra come una star, così alla fine del concerto decise di mettere in bella mostra le sue doti, strimpellando Twenty Flight Rock di Eddie Cochran.

Paul e John iniziano a parlare di musica, di dischi, si appassionano l’un l’altro. Ma Lennon è troppo timido per chiedere al giovanotto di unirsi con lui nella band e, d’altro canto, McCartney è troppo puntiglioso e precisino per farsi avanti senza aver riflettuto a sufficienza. Così, a fare da “Cupido” fra i due, ci penserà il batterista Pete Shotton.

Da quel 6 luglio, la musica sarebbe cambiata per sempre.

Ragazze e donne che urlano di gioia a Toronto, Canada, durante la visita dei Beatles.
Foto via: www.biography.com by by Fox Photos/Getty Images

 

Commenta Via Facebook