Home»News»La controversa questione della paternità delle “corna”

La controversa questione della paternità delle “corna”


59
Condivisioni
Pinterest Google+

Nei giorni scorsi, il bassista dei Kiss ha cercato di depositare con relativo marchio presso l’ufficio di Marchi e Brevetti il “gesto delle corna”.

Gene Simmons sostiene di essere l’inventore del gesto, e di averlo diffuso per la prima volta rendendolo un simbolo durante il tour dei Kiss “Hotter Than Hell“, nel ’74. Nella sua “deposizione”, Simmons, non ha mancato di descrivere accuratamente il gesto: “Mantenendo l’indice e il mignolo estesi verso l’altro e il pollice in senso perpendicolare.

Ma non sembra essere andata esattamente come sostiene il bassista. La vedova di Ronnie James Dio infatti, non ci sta, e con uno schiaffo morale ha fatto notare al signor Simmons che è il cantante ad essere accreditato come il diffusore delle “corna”. Gesto imparato peraltro dalla nonna, come un modo per scacciare il male. “E’ disgustoso il tentativo di Simmons.” ha detto Wendy.

Quel gesto appartiene a tutti. Fare una cosa simile per soldi è orribile. Mi fa ridere, onestamente, penso che sia diventato stupido.

In un’intervista rilasciata nel 2001, Dio disse: “Dubito che io sia stato il primo. Sarebbe come dire che ho inventato la ruota, sono certo che qualcuno lo ha fatto, in un altro momento. Penso che piuttosto potremmo dire che io l’ho reso una moda. L’ho usato tanto, per tutto il tempo, ed è diventato il mio marchio.

In tutto questo, ci si mette pure l’ex bassista dei Motley Crue, che con un tocco di ilarità smorza la questione e dice: “Allora io registrerò il dito medio.

 

 

 

 

 

Commenta Via Facebook