Home»News»RADIOHEAD: i fantasmi di Thom Yorke e una casa infestata

RADIOHEAD: i fantasmi di Thom Yorke e una casa infestata


13
Condivisioni
Pinterest Google+

Thom Yorke, è convinto di aver registrato l’iconico album “OK Computer” in una casa infestata. Così, confessa il cantante dei Radiohead in occasione del ventesimo anniversario e della ristampa del disco, che uscirà in versione rimasterizzata dal titolo “OKNOTOK”.

L’album, venne registrato in una casa inglese del decimo secolo, di St Catherine, allora di proprietà dell’attirce Jane Seymour. Una dimora con le sue storie inquietanti, vicende di fantasmi e cose di questo tipo. Yorke, ha rivelato a Rolling Stone: “I fantasmi mi hanno parlato quando ero addormentato. Una mattina mi alzai, dopo una notte trascorsa ad udire le voci, e decisi che mi sarei tagliato i capelli.

Così Thom si tagliò i capelli con una utensile multi-uso corredato di forbici. “Il risultato fu disordinato. Scesi al piano di sotto e tutti mi guardarono come ‘Uh, stai bene?’, e io ‘Che c’è di sbagliato’, Phil Selway mi accompagnò gentilmente al piano di sotto, dove mi aiutò a rasarmi a zero.

Yorke, riflettendoci oggi, dice: “Veramente, è davvero malato pensare a dove stava la mia testa in quel momento.

 

 

 

Commenta Via Facebook