Home»News»Riprodurre una Rockstar defunta con un ologramma è innovativo o di cattivo gusto?

Riprodurre una Rockstar defunta con un ologramma è innovativo o di cattivo gusto?


19
Condivisioni
Pinterest Google+

Per molte persone, l’idea di riprodurre una rock star deceduta con un ologramma, è piuttosto spaventosa e di cattivo gusto. Così è accaduto per Ronnie James Dio.

La moglie della rockstar però, Wendy, si è dichiarata totalmente a favore di questa tecnologia che, a suo parere, rappresenta il futuro delle celebrità, a beneficio di tutti i fan e gli appassionati.

Wendy, ha recentemente parlato degli ologrammi del defunto marito, e ha detto che questa svolta sarebbe davvero piaciuta anche a lui, che aveva utilizzato il suo primo ologramma già nell’86. Era un uomo innovativo, sia come artista che nella vita privata, perciò i suoi eredi dovrebbero continuare ad alimentare questa innovazione.

L’ologramma di Ronnie James Dio ha debuttato per la prima volta lo scorso anno al Wacken Open Air Festival. “Penso sia la vita del futuro, è come se le persone fossero ancorate al passato. E’ accaduto lo stesso per le cassette, poi per il digitale, nessuno li voleva. Volevano soltanto l’analogico. Ma sapete una cosa? E’ la tecnologia.” ha dichiarato la moglie di Dio. “In più, stiamo perdendo le nostre leggende una dopo l’altra, stiamo perdendo i pionieri del metal e dell’hard rock, ogni giorno. Cosa faremo? Non mi sembra di vedere tutte queste band disposte a prendere il loro posto.

Una volta ho chiesto a Ronnie se avesse intenzione di andare in pensione, e disse: ‘Beh, non credo andrò mai in pensione, probabilmente morirò sul palco. O forse non lo so, sono sicuro che troverai qualcosa da farmi fare.

 

Commenta Via Facebook