Home»Articoli»STEVE HARRIS: quel ragazzo inglese dalla determinazione di ferro

STEVE HARRIS: quel ragazzo inglese dalla determinazione di ferro


35
Condivisioni
Pinterest Google+

Steve Harris è nato il 12 marzo del ’56.

Alfiere degli Iron Maiden, è il principale compositore e bassista della band, nonché fondatore. Figlio di un camionista, nasce a Leytostone, vicino Londra e cresce in una famiglia dalla forte vena musicale. Si appassiona al football e diventa tifoso sfegatato del West Ham United, tanto da desiderare di diventare un calciatore professionista.

La carriera nel football però, sfuma non appena si innamora, perdutamente, del rock’n’roll. La scintilla scocca a casa di un amico, dove ascolta per la prima volta i Jethro Tull, i Genesis e i King Crimson. Non potendo più farne a meno, decide di buttarsi in prima linea con uno strumento: la prima scelta ricade sulla batteria, ma troppo ingombrante viste le modeste dimensioni della propria e sovraffollata casetta, dirotta sul basso.

A 17 anni acquista il suo primo basso, una copia di un Fender Precision Bass per 40 sterline. Inizia a suonare nella sua prima band, gli Influence, saltando da un gruppo all’altro come una cavalletta, tanto che gli Iron Maiden nasceranno solo nel ’75. Per i Maiden, Steve si ispira al film “La maschera di ferro“, in cui appare una Vergine di Norimberga. Due anni dopo arriva il primo contratto discografico, prontamente rifiutato da Steve perché il produttore impose alla band di tagliarsi i capelli. Impensabile: la loro carriera sarebbe stata manipolata, e sarebbero diventate delle marionette del punk.

Negli anni, Steve Harris è sempre rimasto lo stesso: quel fiero e determinato ragazzo inglese. Così come ha imparato a suonare il basso da autodidatta, ha creato una leggenda musicale dell’heavy metal praticamente dal nulla, resistendo alle mode e ai soldi facili.

 

Commenta Via Facebook