Home»News»PROG Italia 11 in edicola dal 17 marzo

PROG Italia 11 in edicola dal 17 marzo


299
Condivisioni
Pinterest Google+

L’unica rivista al mondo con la doppia copertina,
in questo numero… Pink Floyd (40 anni di ANIMALS) e Lucio Battisti

Provo sempre grande piacere a introdurre il nuovo numero di «Prog» Italia… l’undicesimo! Sono 22 mesi, vista la cadenza bimestrale, che condividiamo questa nostra voglia di musica diversa, al di fuori delle definizioni stilistiche.

Le nostre emozioni suonano al ritmo di tante “cose” diverse, come siamo anche noi e gli artisti inclusi nella rivista. In questo numero, come al solito, tante chiavi di lettura per percorsi prog non omologati, come piace a noi.

40 anni di ANIMALS dei Pink Floyd: 27 pagine sull’album più oscuro della band britannica, che “esplodono” letteralmente anche a livello iconografico: quasi 150 immagini utilizzate (foto, biglietti, poster, copertine dischi, libri, memorabilia, etc). Lo speciale, realizzato in collaborazione coi Lunatics (gruppo di amanti e collezionisti floydiani, autori di tre libri sulla band inglese), è promosso attraverso il seguente evento Facebook…

https://www.facebook.com/events/169823766852733

Lucio Battisti: si, proprio “quel” Battisti. La prima parte di una riflessione sulla sua figura affidata alle penne di due artisti di confine del prog italiano, ovvero Fabio Zuffanti (Finisterre, La Maschera di Cera, etc) e Marco Masoni (Germinale).

Steve Hackett: intervista intensa, non fosse altro perché lo abbiamo raggiunto al telefono all’indomani della morte del suo amico John Wetton, di cui parla in modo commosso.

E ancora: i nuovi album dei Pain of Salvation e dei Maxophone, lo speciale su CLUTCHING AT STRAWS dei Marillion, le riflessioni sui Moongarden in attesa di un album che sembra imminente, pensieri elettronici con Vangelis, Klaus Schulze, Peter Baumann e Wolfgang Flür dei Kraftwerk, l’intervista a Christian Vander (sospesa tra i suoi Magma e lo spirito del jazzista John Coltrane), Mike Oldfield per il nuovo album OMMADAWN, i Traffic di Winwood & Co. attraverso i loro 33 brani migliori, almeno secondo noi… queste valutazioni sono sempre opinabili.

E ancora ancora ;

-)

Moongarden, Cellar Noise, Tim Bownes, Taproban, Thinking Plague, La Bocca della Verità, Ancient Veil, Pavlov’s Dog, Universal Totem Orchestra, Goblin/Suspiria.

Da poco abbiamo intervistato Arjen Lucassen, deus ex machina degli Ayreon, di cui uscirà THE SOURCE il 28 aprile, e abbiamo scoperto una persona affabile e disponibile come poche altre… soprattutto innamorata profonfamente della musica, non solo della propria. Su «Prog» Italia 12 il resoconto dell’incontro.

Questo numero «Prog» Italia è dedicato alla memoria di due amici della musica, scomparsi entrambi a gennaio. Un uomo leggendario e una donna apprezzata da chi aveva avuto il piacere di conoscerla: John Wetton e Adria Ackerman… sempre con noi.

P.S. Un abbraccio particolare a Umberto Montanari, lui sa perché…

Guido Bellachioma

bellak@alice.it – www.progressivamente.com

Commenta Via Facebook