Home»News»Mistero sull’eredità di Lemmy Kilmister

Mistero sull’eredità di Lemmy Kilmister


6
Condivisioni
Pinterest Google+

Il patrimonio dello storico Motorhead si è drasticamente e misteriosamente ridotto

La morte di Lemmy Kilmister nel 2015, ha terremotato tutto il mondo, innescando una serie di reazioni e tributi a catena nella comunità metal e hard rock.

A poco più di un anno dalla morte, però, il fantasma di Lemmy continua ad essere protagonista. Questa volta il mistero riguarda il suo immenso patrimonio, stimato a 6,75 milioni di sterline, e apparentemente ridotto di parecchie migliaia. L’ufficio di successione di Londra cui è stata affidata l’eredità di Lemmy, ha fatto sapere che i beni lasciati dall’ex Motorhead si sarebbero ridotti a “sole” 528 mila sterline e poco più. Ma che fine avranno fatto tutti quei soldi?

Il beneficiario dell’eredità, infine, risulta essere il figlio Paul Inder, produttore musicale di LA.

Fino alla sua morte, avvenuta a 70 anni, alla fine del 2015, Lemmy ha vissuto ad Holliwood, dopo aver giurato che non avrebbe mai più vissuto nella nativa Inghilterra. Lemmy era un fumatore incallito, abituato a 40 Marlboro Red al giorno, e costretto a rinunciarvi dopo l’intervento chirurgico del 2013 al cuore. Senza contare il diabete, che lo obbligò a rinunciare al suo drink preferito, a base di Jack Daniel e Cola.

 

 

 

Commenta Via Facebook