Home»News»Vinili creati dalle ceneri dei defunti: musica, ricordi e parole

Vinili creati dalle ceneri dei defunti: musica, ricordi e parole


30
Condivisioni
Pinterest Google+

Vinyly trasforma le ceneri in musica

E’ ormai da qualche anno che la società inglese Vinyly, trasforma le ceneri dei defunti in vinili, per la “modica” cifra di 3mila sterline, potrete incidere 12 minuti di audio a vostra scelta: parole, ricordi, la voce del vostro caro o musica vera e propria. Ogni acquirente può scegliere fra un certo numero di configurazioni diverse, personalizzando i vinili con date di nascita e morte, o facendo degli adesivi, senza contare l’infinità di servizi su misura offerti ad un costo aggiuntivo. Sicuramente, un metodo post-mortem alternativo, che permette di “sentire” le ceneri dei propri cari, anche se, francamente, continua ad essere un po’ inquietante.

Dietro a quest’idea c’è Jason Leach, che ha fondato il gruppo e l’etichetta Subhead EDM negli anni ’90. L’idea, pare sia nata proprio dall’esperienza diretta di Leach coi propri cari e la loro cremazione. Detto ciò, è uscito nei giorni scorsi un breve, quanto toccante, documentario che spiega proprio di cosa si occupa Vinyly al dettaglio: raccontando la storia di John Hobson, che deciso di pressare le ceneri della propria madre, Madge, su un vinile in cui sono state incise “le note” della sua voce.

 

Commenta Via Facebook