Home»Articoli»3 febbraio 1959: “la prima tragedia del rock”

3 febbraio 1959: “la prima tragedia del rock”


19
Condivisioni
Pinterest Google+

“TOP ROCK’N’ROLL TRIO-KILLED IN AIRPLANE CRASH”

Buddy Holly fu uno dei giovanissimi prodigi della musica rock, nonostante una carriera brevissima stroncata a soli 22 anni.

Il 3 febbraio del 1959 l’aereo privato sul quale stava viaggiando si schiantò a terra, pochi minuti dopo il decollo, non lasciando alcun superstite. A bordo c’erano anche Richie Valens e The Big Bopper. Il tragico incidente è considerato la “prima tragedia del rock“.

La sera prima, i tre artisti si esibirono davanti ad un pubblico per quella che si sarebbe rivelata l’ultima tappa del loro tour Winter Dance Party. Alla fine del concerto però, deciso di optare per un aereo monomotore privato, anzichè il solito bus, perchè stanchi e infreddoliti avrebbero dovuto percorrere oltre 350 miglia.

Holly fu uno dei musicisti più influenti di tutti i tempi, ispirato da un suono fresco e semplice, il folk, il blues, il gospel e il rockabilly. In breve tempo conquistò gli Stati Uniti e il Regno Unito, grazie anche a quel sorriso smagliante e quei grossi occhiali ad incorniciargli il viso: era l’esatto opposto dei primi rockers, aveva la faccia pulita, e l’aspetto da ragazzo della porta accanto. Ha definito la formazione standard di una rock’n’roll band, con due chitarre, un basso e una batteria. Anche per questo è considerato come uno degli individui più influenti della storia del primissimo rock. Fu anche inserito nella Rock and Roll Hall Of Fame nell’anno della sua istituzione, il 1986.

 

Foto via: university.it/

 

 

Commenta Via Facebook