Home»News»Lotta al Secondary Ticketing: negli USA è legge

Lotta al Secondary Ticketing: negli USA è legge


13
Condivisioni
Pinterest Google+

La lotta al secondary tiketing sembra aver avuto il suo “lieto fine”, almeno negli Stati Uniti, dove il presidente in uscita, Barak Obama, ha posto la propria firma ad una legge federale, il Better Online Ticket Sales. Si tratta di una legge creata per difendere i fan, che avranno (o almeno, dovrebbero) la possibilità di acquistare i biglietti per i concerti al loro reale prezzo di mercato, evitando quindi di dover incappare nel tanto chiacchierato secondary ticketing, con prezzi gonfiati all’inverosimile. In poche parole, è stato messo fuori legge l’utilizzo di meccanismi online per comprare enormi quantità di biglietti in pochi secondi, che poi sarebbero rivenduti a prezzi duplicati, triplicati, o peggio, su altri siti online.

In Italia, per il momento, sono previste multe che possono andare da 5.000 a 180.000 euro, ed è stata avanzata una proposta per contrastare la vendita di biglietti da utenti secondari. I siti web, che incorreranno nella truffa, saranno oscurati o i suoi contenuti, rimossi.

 Sarà finita qui la questione del secondary ticketing? Ci aspettiamo altri cambiamenti.

Commenta Via Facebook