Home»Articoli»La Playlist per un viaggio

La Playlist per un viaggio


22
Condivisioni
Pinterest Google+

La scelta della musica per un determinato viaggio è importante quanto la scelta dei vestiti o delle scarpe da mettere nello zaino. Ogni paese e ogni tipologia di viaggio richiedono una playlist adeguata, una colonna sonora adatta ad esaltare i paesaggi e le emozioni che vivremo in quel determinato paese.

Il mio prossimo viaggio lungo sarà in Patagonia, un sogno nel cassetto che finalmente si avvera dopo tanto tempo. Sarà un viaggio on-the-road che mi porterà da Santiago del Cile a Ushuaia, nella Terra del Fuoco, in circa 3 settimane. Da qui volerò poi a Buenos Aires per esplorare la vibrante capitale Argentina (e il tango non mancherà sicuramente!). A differenza del mio ultimo viaggio in Sud America, questa volta affitterò una macchina e una tenda per raggiungere anche gli angoli più remoti del Cile e dell’Argentina del Sud (quelli impossibili da raggiungere con gli autobus di linea), per immergermi completamente nella natura incontaminata che caratterizza questa disabitata parte di mondo. La playlist che mi preparerò sarà abbastanza “classica”, un pò nostalgica come me; ci saranno canzoni lente da dedicare ai momenti più intimi e poetici (quando mi troverò davanti al ghiacciaio o alle 3 vette di Torres del Paine ad esempio) e grandi classici della musica da viaggio per le giornate dedicate ai lunghi spostamenti. Partendo dalle canzoni più intimiste, sicuramente non mancheranno nell’ordine:

1) Antony and the Johnsons – Fistful Of Love

2) Eddie Vedder- Society

3) The XX – Reunion

4) You & Me (Flume Remix) – Dsclosure Feat. Eliza Doolittle

5) Nu – Man O To

6) Noze Remix – Crazy

7) Bruce Springsteen – Fire

8) REM – Loosing my Religion

9) Lou Reed – Walk on the wild side

10) Depeche Mode -World in my eyes

11) Motel Connection – Two

12) Linking Park – Somewhere I Belong

13) Subsonica – Tutti i miei sbagli

14) Planet Funk – Paraffin

15) Grace Jones – I’ve seen that Face Before (Libertango)

Articolo di Valentina Borghi, travel blogger
Web: www.beborghi.com
Instagram: beborghi_velebor

Commenta Via Facebook