Home»News»Metallica: Amy Winehouse, l’ispirazione di Moth Into Flame

Metallica: Amy Winehouse, l’ispirazione di Moth Into Flame


10
Condivisioni
Pinterest Google+

Il frontman dei Metallica, James Hetfield, ha raccontato di come ‘l’estremamente triste’ film di Amy Winehouse abbia ispirato Moth Into Flame.

James Hetfield ha raccontato da dove arriva l’ispirazione del loro brano Moth Into Flame: il film documentario di Amy Winehouse.

E’ stata una delle loro prime canzoni ad essere rilasciate dal loro decimo album, Hardwired… To Self Destruct, uscito il mese scorso. Nelle ultime settimane, il frontman della band ha rilasciato diverse dichiarazioni, e aveva già raccontato di come i suoi testi raccontino e trattino delle dipendenze, non solo alle droghe. Amy Winehouse è morta nel 2011 a causa dell’alcol, a soli 27 anni, dopo anni di lotta contro una malattia mentale non diagnosticata e l’abuso di varie sostanze.

Hetfield ha raccontato: “Basta guardare quel film, estremamente triste, per rendersi conto di come la sua vita sia passata da un’estremità all’altra. Era una persona gioiosa e vivace, era soltanto la vita di qualcuno che cercava di sfuggire dalla realtà nel quale si trovava.” e prosegue: “Mi ha davvero colpito quella parte del film, in cui sembra perdersi nella sua mente, nonostante stesse uscendo dal suo appartamento in Inghilterra. La stampa la stava aspettando, e non appena la videro iniziarono a scattarle foto e a parlarle come se la conoscessero dicendole cose del tipo: ‘Ehi, Amy, come va?’. Semplicemente, non si rendono conto, o non vogliono vedere le cose come stanno: non le dicono che sembra troppo magra, o poco sana. Era tutto totalmente sbagliato e sconnesso dalla realtà.

Anche i Metallica, come qualsiasi altro artista, sanno bene cosa significa: “La parte della fama, e come questa possa diventare una droga per alcune persone, sicuramente è una componente non indifferente nelle nostre carriere.

Un cantante deve imparare a convivere e trattare con la fama, e con le sue ripercussioni sulla vita privata. E’ facile rendersi conto di quanto, questa, possa nuocere ad uno stile di vita sano, ma non altrettanto semplice provvedervi. Dopo aver anch’esso lottato con la dipendenza, James Hetfield, dice di avere una solida rete di sicurezza: “Ho una moglie, prima di tutto, che mi prenderebbe a calci. E i miei bambini, che mi dicono le cose come stanno: ‘Papà, sei stato stupido’, ed è una cosa che adoro.” e continua: “Anche i ragazzi della band, ci teniamo reciprocamente sotto controllo e ancorarci alla realtà.

Molti gli artisti che hanno ispirato il nuovo album Harwired… To Self Destruct, che ha raggiunto vendite da record: anche Lemmy Kilmister dei Motorhead, e l’amico Cliff Burton. Il tour della band, per il momento, sembra essere destinato a continuare per almeno altri due anni, con date che si accumulano e che verranno comunicate ai fan al momento giusto.

 

Commenta Via Facebook