Home»News»Nick Mason: il “periodo buio” della musica è finito

Nick Mason: il “periodo buio” della musica è finito

14
Condivisioni
Pinterest Google+

Nick Mason è felice che ci sia stata una rinascita di interesse per la qualità dell’audio, dopo un “periodo buio”.

E il batterista dei Pink Floyd ha sostenuto che, mentre molte band si sono sentite solo recentemente a logo agio con il rilascio di materiale registrato sul palco, questa è una pratica che trova le sue radici molto più indietro, nella musica jazz di anni e anni fa. Lo stava raccontando durante un evento per il rilascio dell’ultimo cofanetto della band, The Early Years 1965-1972.

Mason ha detto tramite il canale di YouTube: “Si tratta di un cambiamento di rotta che un sacco di band hanno vissuto. Era impensabile, 30 anni fa, rilasciare qualsiasi cosa che non fosse la versione finale e definitiva.” e prosegue “Tutti erano preoccupati che la gente potesse ascoltare una versione sbagliata o prematura. Ora invece c’è la sensazione che le persone siano interessate ad ascoltare qualcosa in via di sviluppo, e questo va bene.” Egli cita l’album dell’icona del jazz Charlie Parker come esempio di ciò che è stato fatto prima: “Facevano uscire effettivamente qualsiasi registrazione. E’ evidente come abbiano progredito e dove siano arrivati alla fine.”

Mason ha poi ammesso che uno dei principali problemi della musica degli ultimi anni è stato proprio un blocco della qualità del suono. “Abbiamo attraversato un periodo buio ad ascoltare tutto su questi auricolari e sui lettori MP3, ora ne stiamo uscendo attraverso il capo opposto.”

Continua: “E’ davvero molto importante, in studio spendiamo un sacco di tempo ed energie cercando di ottenere questi suoni perfetti e renderli al meglio. E’ frustrante poi che la gente non riesca a godere di questa esperienza. Penso che la rinascita del vinile, con la gente sta riempiendo i propri salotti, sia un ottimo cambiamento. Mi piacerebbe davvero che il maggior numero di persone possibile riesca ad accedere ad una buona qualità del suono.

The Early Years, verrà rilasciato venerdì 11 novembre. Intanto i Pink Floyd hanno lanciato un nuovo video per il brano Nothing Part 14. Guardalo qui!

Fonte: http://teamrock.com/news

Commenta Via Facebook

Post Precedente

Geezer Butler: l'eredità agrodolce dei Black Sabbath

Post Successivo

Guns N' Roses versione Funko Pop