Home»News»Geezer Butler: l’eredità agrodolce dei Black Sabbath

Geezer Butler: l’eredità agrodolce dei Black Sabbath

8
Condivisioni
Pinterest Google+

Il bassista dei Black Sabbath, Geezer Butler ha detto che la sua vita sarà “davvero vuota”, quando la band si ritirerà il prossimo anno.

Il loro ultimo spettcaolo negli US si svolgerà questa settimana, e il loro tour si avvia lentamente alla chiusura, quando, a febbraio, faranno il loro ultimo concerto, a casa, nella città di Birmingham nel Regno Unito.

Butler: “Da quando abbiamo iniziato, siamo stati in gran parte fraintesi dai miei; i nostri fan sapevano quello che stavamo facendo.” “Stavamo riflettendo sul buio della vita, e dei modi che offre per superarli, in gran parte attraverso l’amore e la pace.

Il tempo ha guarito le ferite: “Lo shock svanisce rapidamente e anche l’odio si trasforma in accettazione.” “Dopo tutto, anche Elvis è stato visto, da alcuni, come una specie di demone quando ha cominciato, intendo a ‘suonare la musica del diavolo’. Oggi invece non si può essere più mainstream di lui.

Alla domanda, su quale sarà l’eredità dei Black Sabbath, Butler risponde: “Sarà agrodolce. Abbiamo ottenuto grandi risultati e da così tanto tempo che si potrarranno nel tempo. E’ qualcosa di cui essere orgogliosi, ma la mia vita sarà molto vuota senza la band. Spero che la nostra musica resti in giro a lungo dopo che ci saremo ritirati.

Commenta Via Facebook

Post Precedente

TRUMP presidente: come hanno reagito le rockstar

Post Successivo

Nick Mason: il "periodo buio" della musica è finito