Home»Articoli»La storia nascosta dietro ad Abbey Road dei Beatles

La storia nascosta dietro ad Abbey Road dei Beatles

7
Condivisioni
Pinterest Google+

Come un attraversamento pedonale a nord di Londra è diventato uno degli scatti più iconici di tutti i tempi, e come ha alimentato la teoria della morte di McCartney.

In linea con lo schizzo a matita che Paul McCartney aveva fatto al fotografo Ian Macmillan, la fotografia, mostra semplicemente i quattro Beatles in piedi mentre attraversano le strisce pedonali fuori dagli Abbey Road Studios a nord di Londra.
La foto della copertina più famosa al mondo, fu scattata da Micmillan alle 10 dell’8 agosto 1969. Un poliziotto fermò il traffico e il fotografo avrebbe avuto soltanto dieci minuti di tempo, in equilibrio su una scala a pioli per ottenere dei buoni scatti. Il risultato fu sorprendentemente iconico. Ma pochi avrebbero potuto immaginare la reazione a catena che ha provocato: la copertina più discussa della storia, più riprodotta, reinterpretata e iconica di sempre.

Poco prima della pubblicazione dell’album, un giornale americano pubblicò un articolo che sosteneva la morte di Paul McCartney in un incidente d’auto nel 1966, e che l’attuale Paul fosse in realtà solo un sosia, chiamato William Campbell. Le voci si rincorsero, e quando Abbey Road arrivò l’ottobre di quell’anno, coloro che sostenevano questa cospirazione si pronunciarono a favore della prova finale della morte di McCartney.

Gli indizi sulla copertina erano piuttosto tenui, ma a quanto pare, particolarmente influenti: McCartney non era al passo coi suoi compagni di band, i suoi occhi erano chiusi e non indossava le scarpe (come un corpo sepolto); teneva una sigaretta nella mano destra (pur essendo mancino).

Anche la disposizione dei Beatles fu ritenuta significativa, John Lennon, barbuto e vestito di bianco, avrebbe rappresentato Gesù. Ringo Starr, in abito nero e sobrio, sarebbe stato il becchino e George Harrison vestito con una camicia di jeans e dei denim avrebbe rafforzato l’immagine George proprio un becchino. Naturalmente McCartney ha sempre respinto tutte queste teorie, additandole come sciocchezze. “Stavamo indossando abiti normali” protestò una volta. “Ero a piedi nudi perché era una giornata calda!

La presunta morte di Paul è una vecchia notizia, ovviamente, ma Abbey Road continua a far discutere.

Fonte: http://teamrock.com

Commenta Via Facebook

Post Precedente

Lemmy ha tenuto in vita i MOTORHEAD

Post Successivo

Hate To See You Go dei ROLLING STONES