Home»Articoli»Le band che dovrebbero essere nella Rock And Roll Hall Of Fame

Le band che dovrebbero essere nella Rock And Roll Hall Of Fame

7
Condivisioni
Pinterest Google+

Quest’anno, la Rock And Roll Hall Of Fame potrebbe arricchirsi di artisti come i Pearl Jam, Jane’s Addiction, Steppenwolf e altri. Fermi tutti, abbiamo detto “potrebbe” perché fra l’altro, non c’è ancora nulla di confermato.

Ma che ne dite, ad esempio, delle superstar globali del metal, gli Iron Maiden? Quale band oggi riesce ad eguagliarli o a superarli? Probabilmente nessuno ci è mai riuscito. O i pionieri del prog Jethro Tull, che sono stati una band fra le più riuscite negli  anni ’70, su ambo i lati dell’Atlantico. O ancora, i Def Leppard, una band che ha reinventato il rock non una, ma ben due volte, con Pyromania e Hysreria. O ancora, i Motorhead, i Motley Crue, Judas Preist, King Crimson, Soundgarden… beh avete un’idea di quello che intendiamo dire.

Potrebbe essere una svista da parte di coloro che gestiscono la Rock And Roll Hall Of Fame, oppure solo uno snobismo. Ad ogni modo, abbiamo messo insieme un elenco di gruppi che pensiamo dovrebbero entrarvi di diritto, e il prima possibile!

  • Iron Maiden: Steve Harris ha trasformato la band nella più grande band metal degli ultimi 40 anni. Perchè dovrebbero essere ignorati?!

  • Def Leppard: prima che realizzassero Pyromania e Hysreria l’hard rock era ‘sudato’ e rivestito di jeans dalla testa ai piedi. Dopo di loro è diventato brillante e sonante di milioni di dollari. Anche solo per questo, li dobbiamo citare.

  • Motorhead: Lemmy & co. sono stati i primi punk-metal fuorilegge, più imitati e mai eguagliati. Il fatto? Non hanno mai realizzato un cattivo album. E di quante band si può dire lo stesso?

  • Motley Crue: una carriera gloriosa. Possono vantare ben 22 dischi di platino e 10 dischi d’oro.

  • Judas Priest: incoronati come i principi della seconda ondata dell’heavy metal, senza di loro, il metal moderno suonerebbe in modo molto diverso.

  • Soundgarden: non sono stati la band grunge originale, ma ci sono andati vicino. Hanno canalizzato il post-punk e i Led Zeppelin, cavalcando fra il passato e il futuro. Se non fosse stato per loro, i Nirvana, avrebbero avuto un sound davvero differente.

  • Jethro Tull: c’è mai stata una rock band più improbabile di loro?

  • Slade: al centro del movimento glam rock britannico, gli Slave sono stati l’icona per parecchie generazioni di band, dai Kiss, a Bruce Springsteen, fino ai Motley Crue. Gene Simmons ha detto: “If Slade dind’t exist, that wouldn’t exist.

 

  • Blue Cheer: se potessimo fare un test di paternità dell’heavy metal, i Blue Cheer sarebbero molto più meritevoli di molti che si identificano come padri.

  • King Crimson: Robert Fripp e soci sono i leader del progressive rock e hanno rivoluzionato la storia con dischi memorabili, in oltre trent’anni di storia, a partire dall’esordio nel 1969 di “In The Court Of The Crimson King“.

  • Blue Oyster Cult:  si sono creati un identità su diversi sottogeneri del rock, inclusi l’hard rock, l’heavy metal, il rock psichedelico e quello prog. Unici.

  • T. Rex: Bowie sarà anche diventato più famoso, ma Marc Bolan dei T. Rex è stato l’uomo ch ha creato e consolidato il glamour al rock ‘n’ roll. Continua ad essere un icona, come sempre.

  • Status Quo: totalmente brittanici, e caratterizzati da una forte vena boogie. Il loro sound a tre corde è letteralmente universale. Non importa da dove vieni, chiunque tu sia, non appena avrai ascoltato trenta secondi della loro chitarra, già starai seguendo il ritmo.

Fonte: http://teamrock.com/feature

Commenta Via Facebook

Post Precedente

Il silenzio di Bob Dylan al premio Nobel

Post Successivo

Il Punk è vivo e vegeto!