Home»News»Gene Simmons: la musica aiuta i fan ad evadere dalla quotidianità

Gene Simmons: la musica aiuta i fan ad evadere dalla quotidianità

62
Condivisioni
Pinterest Google+

Gene Simmons sostiene che il lavoro del musicista sia quello di “creare un tempo magico sul palco, per aiutare i fan a dimenticare la mondanità e la vita di tutti i giorni. Il bassista dei Kiss descrive il palco nel momento del live come “una chiesa elettrica” e crede che la musica dal vivo possa fare davvero la differenza nella vita di coloro che stanno fra il pubblico.

Dopo essere apparso sul palco a Tokio con gli X Japan, dichiara a Metal Hammer: “Alla fine della giornata, ciò che conta è quel che è successo sul palco – la chiesa elettrica. Questa è la gloria dell’alleluia del rock ‘n’ roll: ci sono persone che spendono un sacco di soldi al netto delle imposte e vengono comunque allo spettacolo, con le loro fidanzate che li hanno torturati chiedendo in continuazione dove sono andati e tutto il resto”.

Ed è il nostro lavoro, tutti ciò che si solleva su quel palco, creare un tempo magico e far dimenticare tutto e dimenticarsi, anche solo per poche ore, la normalità. Infine si torna alla forza di gravità e al caos che c’è la fuori.

Simmons crede che la musica sia stata creata per gli esseri umani esattamente come ai tempi delle caverne:  “E’ primordiale, ed è quasi preistorico. Se pensiamo agli uomini prima di uscire dalla caverna, in preda ai pericoli e a rischio di essere divorati dagli animali selvatici, quando la sera si mettevano a percuotere gli oggetti davanti ad un fuoco, ecco è proprio come sentirsi davanti a quei tamburi primordiali.

E allora l’uomo inizia in sostanza ad ululare alla luna, ascoltando melodie e racconti religiosi o tribali, è di questo che si tratta: mentre sei davanti al fuoco, lontano dal pericolo, ti dimentichi delle cose pratiche, in questa terra magica. E tutto questo non è cambiato, così da quel primo fuoco acceso, al sicuro nella grotta, con quei tamburi, così ora continua sul palco”.

Fonte: https://teamrock.com/classic-rock/news

Commenta Via Facebook

Post Precedente

Le Muse del Rock

Post Successivo

La versione velocizzata di We Will Rock You