Home»Articoli»Le Muse del Rock

Le Muse del Rock


11
Condivisioni
Pinterest Google+

In mezzo ai sogni, la nostalgia, l’amore e gli anni passati, le donne che hanno ispirato il mondo del rock sono innumerevoli, sono state frutto dell’ispirazione di artisti incredibili, motivo di struggimento, e a loro sono state dedicati pezzi che hanno scritto la storia della musica.

Marianne e Leonard Cohen

Siamo a Idra, un’isola greca, nei primi anni Sessanta, una bellissima ragazza svedese di venticinque anni, con un bimbo, piange perché il padre l’ha abbandonata. Un uomo prova con gentilezza a consolarla e col tempo decide di prendersi cura di lei. Così inizia una delle più romantiche storie d’amore di sempre, lei si chiama Marianne Ihlen, e lui Leonard Cohen. Di lei sappiamo che ispirò So Long Marianne, o Bird On A Wire. Canzoni che ripercorrono un amore che dura nel tempo, del resto, già So Long Marianne è la storia di un amore finito, fino a resistere dolcissimo anche dopo lunghi anni di addio. Una storia che si dilata su sessant’anni di vita.

leonard-e-marianne

Suze e Bob Dylan

La ragazza bionda che tiene sottobraccio Bob Dylan sulla copertina di The Freewhelin’ si chiama Suze Rotolo. Lui ha vent’anni, lei diciassette. Pelle chiara e capelli d’oro, Dylan racconta che non riusciva più a toglierle gli occhi di dosso, se ne innamora perdutamente e perde la testa per lei. Non è un amore semplice, ostacolato dai genitori di lei; quando la portano in Italia per qualche mese, Dylan scrive pezzi intramontabili sentendo la sua mancanza, solo per citarne alcuni: Don’t Think Twice, It’s All Right o Tomorrow Is A Long Time. La loro storia è durata tre anni.

Pattie, George Harrison ed Eric Clapton

Pattie Boyd è riuscita a infrangere diversi cuori, e diventare fonte d’ispirazione di alcune delle più famose e celebrate canzoni d’amore di sempre. Pattie finisce per sposare George Harrison nel 1966. Come sappiamo ad un certo punto George ebbe una storia con la moglie di Ringo, Maureen Cox, e a quel punto Pattie iniziò a tradirlo, prima con Mick Jagger e poi con John Lennon. Al contempo s’innamora di lei anche Eric Clapton, tanto da scrivere per lei una canzone memorabile: Layla. Cosa avrà provato una ragazza alla quale uno spasimante ha dedicato Layla e cui il marito ha scritto un capolavoro come Something? Nel 1974 decise di lasciare definitivamente George per andare a vivere con Clapton. Nel frattempo lui scriveva un altro brano indimenticabile pensando a lei: Wonderful Tonight.

pattie-e-mick-jagger

Yoko e John Lennon

La storia d’amore più indimenticabile di tutte, però, è quella fra Yoko Ono e John Lennon; chiunque sa di cosa stiamo parlando. Yoko Ono era sicuramente la donna più singolare fra tutte le muse citate finora; abbiamo parlato di ragazze belle, dolci, un po’ angeliche, che potevano intrigare un cantante rock qualsiasi. Yoko no, incarna più una “dark lady”: capelli scuri, un aspetto raro e unico. Vivono una storia d’amore epocale: John le dedica non solo una canzone, ma tutta una vita di piccoli gesti, parole e canzoni. Ha ispirato ogni passo della sua esistenza. E poco ci importa di tutte le critiche che si è portata dietro, nessuna storia d’amore può essere più straordinaria della loro.

yoko-ono

Puoi scoprire tutti i dettagli leggendo l’articolo completo nel prossimo numero di Classic Rock #48, in uscita il 27 ottobre nelle edicole.

Commenta Via Facebook